serate

serate

La settimana che era cominciata male è stata orribile.

Ovviamente.

tranne per questa parentesi

zingaretti

serata carinissima in una Livorno che riscopro entusiasta e desiderosa di altro.

Serata con la Luci in vena di risate

Dopo la mancata adozione da parte di cristianoronaldo proveremo con cristianomalgioglio. E poi ci daremo alla politica

( per scattare la foto sono stata quasi schiacciata da un enorme energumeno della security…finchè lo stesso Zingaretti si è accorto che non eravamo pericolose!)

Annunci
lunedi

lunedi

Lunedi di maggio che sembra ottobre.

Alle 6 e 30 mi sveglia la luce del cellulare. La voce dall’altra parte è quella ( da coatto) di patatone.Ho un tracollo.

Mi spiega che la sua donna, Aureliana, in servizio con me nel pomeriggio si sviene per ” scariche” intestinali.

Mi calmo. Gli spiego che deve essere un virus.

Dice che vuole chiamare l’ambulanza.

Gli suggerisco limone zucchero fermenti e una chiamata al medico appena sono le 8. ( poi il Rambo è lui…per dire..)

La settimana comincia malissimo.

Tutto il resto è in disordine.

Pezzi sparsi che non combaciano.

Vento.

Grigio

Una inquietante angoscia di sottofondo.

E’ un Maggio orribile per ora.

Chi me l’ha tirata ha preso bene la mira. Applausi

capire?

capire?

Le donne…no non le capirò mai ( alcune)

Gli uomini? A volte li capisco di più

Le mamme?

Un universo che mi transita parallelo accanto  e che sembra a galassie da me ( eppure…sono una mamma..faccio la mamma..penso da mamma…almeno credo)

In sintesi capisco pochissime categorie.

Forse non capisco nessuno.

Però una cosa la devo dire: alcune persone in questo periodo si stanno davvero impegnando tanto per dimostrarmi che tutto ciò che pensavo ( male) di loro era vero.

Vi ringrazio ma ..anche meno.

di arrivi

di arrivi

Domani torna Patatone Mio.

Il machiste nontestosteronico.

Aureliana, che aveva sparato tuoni e fulmini con ” me ne vado” ” non mi troverà” ha già la faccina smarrita della penelope che caccia i Proci e si prepara al grande rientro.

Solo che lui non è Ulisse.

Ma questo lei non lo sa.

Lei se lo riprenderà.

E purtroppo cercherà di avere un figlio.

E il mondo andrà sempre peggio.

quesiti

quesiti

L’altra notte ( si erano le 3 di notte…o della mattina…) mi ponevo questo vitale quesito ( dopo una giornata con Mutter e dopo una discussione con Palluto):

esserci?

o non esserci?

Come diceva Nanni Moretti ” mi si nota di più se ci sono o se non ci sono?”

 

Nella vita intendo.

Perchè esserci sempre…maestra mamma figlia moglie donna…non è uno scherzo eh.

Magari quelle che ci sono un pò meno…hanno più quote di me che cerco di esserci spesso o quasi sempre.

O no’?

E’ chiaro il quesito?

idoli

idoli

Nove anni fa in un ‘afosa estate a Madrid ( era agosto eh) l’idolo di mio figlio era Iker Casillas novello vincitore della Coppa del Mondo.

Lemure aveva nove anni.

Nove anni dopo l’idolo di mio figlio è Achille Lauro.

Mio figlio ha quasi 18 anni.

Ogni tanto mi appaiono nella mente questi flash.

Sono come cortometraggi.

( tra l’altro Lemure mi ha fatto sentire una canzone di Achille Lauro che si chiama c’est la vie e che trovo bellissima. Mi ha detto che me la inserirà nel cd random del viaggio. Anche se non credo vorrà viaggiare con me.)

Cose che cambiano in tempi relativamente brevi.

suburra part 2

suburra part 2

E patatone ha ricominciato con i vocali.

Per chiedere scusa direte voi?

Ma figuriamoci.

Per ricominciare con la litania del tu non hai fatto…tu non hai detto…

Il dramma di Patatone ( l’ho capito oggi) è che pur essendo l’esempio più bieco del maschio alfa felponazista testosteronico…gli manca proprio il testosterone!

Roba da grottesco della commedia dell’arte.

Il machista..non macha…il celoduro spara a salve.

Insomma…come direbbe mi nonna..un è bono!

E non essendo bono ma volendo un figlio sta stressando lei con le cure ormonali per poi accedere ad un percorso di procreazione assistita.

Dopo il decimo messaggio tutto sullo stesso tono stamani in giardino sono sbottata

” Aurelià…giuro…questo m’ ha alzato lo stress a me e manco lo conosco. Ma sicura sicura che ti vuoi fa’ bombardare di ormoni per lui?”

Mah, boh, però, nonso..e vabbè allora ditelo eh che siete cretine.

Perchè a volte le risposte ci stanno tutte eh.

basta leggere

 

suburra de noiattri

suburra de noiattri

La mia collega di sostegno detta Aureliana ( perchè romanissima e perchè da me invitata ad intripparsi nella serie Suburra) sta in crisi con l’omo suo.

L’omo suo appunto.

Un militare con la faccia del nazista di Shlinder’s List ( che poi è Ralph Fiennes quindi niente da dire sulla faccia ma ci siamo capiti) in missione in piena Africa da mesi ( cosa ci sta a fare un nostro contingente in piena africa ..io boh) che dal deserto del Niger le manda ordini via vocali watt’s up ( hai chiamato l’imbianchino, hai parlato con il geometra, vai a ritirare questo, compra quest’altro).

I due si sono comprati casa nella labronica città .

Lei se l’è pulita, sistemata, arredara. Lui sta a fare il nazista..appunto.

Prima delle vacanze i due litigano ( stanno insieme da sei anni e vogliono un figlio. Lei sta aspettando la famosa proposta di matrimonio).

La litigata è tutta per vocali.

Parte da un banale cassone per la differenziata che potrebbe finire sotto le finestre della loro camera. Lui ( registrato in rubrica da lei come patatone mio) esige via vocale che lei parli con i condomini per far spostare il cassone. Lei fa notare che ci sarà una riunione e farà presente il problema.

Da qui parte la litania di insulti di patatone mio.

Che lei mi fa ascoltare.

Un rosario di parolacce ed offese dove la cosa più carina è “m’hai rotto ir cazzo”

Da due settimane non si sentono.

Oggi lui ha scritto che torna mercoledi.

Lei..carina, spigliata, allegra..ha ripreso a fumare.

Non sa cosa fare al suo ritorno.

Io ascoltavo i vocali con la stesa faccia con la quale la raccattapalle domenica guardava Cristianoronaldo.

Come se io stessi su Marte. I vocali su Plutone.

Anzi.

Più lontani.

In un pianeta chiamato estinzione.

Pasqua con chi vuoi

Pasqua con chi vuoi

giorni sospesi questi…assolutamente non incasellabili, in questo lungo ( finalmente)ponte pasquale senza programma alcuno se non quello del riposo assoluto e dei non orari.

giorni e notti di asma. Passate sul divano con Lemure a chiedersi…ma quando finirà? e soprattutto perché è tornata l’asma che Sembrava non far più paura? con un nuovo medico che sbaglia la prima cura ( ma indovina deo gratias la seconda) dopo che aveva sottovalutato lo stato tussigeno del lemure che in questo è campione e infatti riesce a battere se stesso nell’impresa che sembrava impossibile . Sei notti insonni. Sei. AL LIMITE DI OGNI RESISTENZA UMANA.

Ed infatti saltano tutti gli schemi e tutti i programmi non programmi.

Si sopravvive.

Passando da una tragicomica partita di Champions persa a qualche telefonata preoccupata di Mutter “ma ci sei?”…boh…ci sono? In realtà a tratti. Molto a tratti. E quando ci sono penso che stiamo pure regredendo e ciò sembrava impossibile. Stiamo tornando indietro.

Saltano schemi idee e pensieri a non dormire. Si torna ai tempi di lemure neonato…oddio sembra davvero incredibile ma si torna quelli senza essere più quelli. Perché siamo più maturi ma in realtà meno resistenti. E perché lui è quasi adulto. Per quanto si possa essere adulti a 18 anni.

e comunque…ad un certo punto…come accadeva un milione di anni fa, la tosse svolta. Si fa più morbida. Si apre alla speranza. Si dorme qualche ora. Si risorge nelle piccole cose.

si esce a riveder qualche stella.

mentre nel cuore torna la paura.

si guarda il mare, si mangia il cioccolato di Pasqua, si compra una tutina a righe rosa per Flora che arriverà agli inizi dell’estate.

si mettono insieme pezzi. Di nuovo.

aprile dolce diluviare

aprile dolce diluviare

E’ piovuto il 3 aprilante quindi sono consapevole dei 40 giorni durante…

è dura eh.

Ieri c’erano 8 gradi ed il diluvio universale sulla Domenica delle Palme; quella che da ragazzina era la domenica dove si cominciava a vestirsi di primavera.

Ieri mi sono infilata gli stivali con il pelo. Stavo congelando.

Lemure ovviamente schizza fuori la trachea.

Mancano due giorni alla fine del secondo atto scolastico.

Un atto ai limiti del surreale.

Faticoso e grottesco come non accadeva da tempo. Speriamo di risorgere dopo Scilla, Cariddi e le sirene. E di intravedere una luce ce non sia quella del treno.

La mia serie netflix del momento è Suburra ( come avevo potuto perdermela fino a mò…)

La mia cognata ungherese cresce ( una bella pancia devo dire) e mi ha chiesto ripetizioni di italiano. Ha un esame di lingua il mese prossimo. Ho guardato gli esercizi…congiuntivo e condizionale…lei mi dice ” non capisco la differenza”

“tesoro…tu sei di lingua slava..o giù di lì…e’ ovvio che tu non senta la differenza…il tuo uomo ( padre della tua futura bambina) è di lingua italiana e ci si incarta lo stesso! E pure chi sta al Governo bella mia…prenderebbe 4 nel fare questi esercizi.”

” Ah si'”

” Uh sapessi…”

Sorridi figlia mia dai…che già alla voce gerundio tanti si vorrebbero dare malati!