sindrome da pecora

sindrome da pecora

A volte ti stanchi dei giorni da leone eh.

Sta cazzo di corazza da gladiatore…pure Russell è ingrassato e l’ha appesa al chiodo…diciamolo.

 

Datemi i miei sani giorni da pecora e nessuno si farà male.

Annunci
sindrome da emergenza

sindrome da emergenza

E poi ci sono loro..la Luci e la Patri che letteralmente ti raccolgono per strada in una mattina dove niente sembra andare per il verso giusto…

perchè Sindacalista non ha aperto la scuola…perchè chi doveva aprire al posto di Sindacalista non aveva le chiavi..perchè in segreteria dicono che le ultime chiavi le hanno date a te ( a me. Ma senza allarme e senza reperibilità)…

e quindi tu…uscita dalla doccia ti ritrovi millemila chiamate ansiogene delle colleghe che non riescono a gestire la situazione..

sei in mutande..ti stai pregustando il caffè…e stai pensando di tornare a letto e non per dormire prima di affrontare il pomeriggio.

Ma non puoi tornare a letto. Devi vestirti in fretta e furia per portare le chiavi senza allarme a scuola. Nel frattempo però è arrivata una bidella con mazzo di chiavi ma i genitori..beati loro che non devono andare a lavoro…sono in segreteria…

e tu vai in segreteria. Fuori da ogni orario.

E per fortuna quando hai sistemato un pò le cose ( perchè siamo umani eh e gli errori possono capitare) ed esci sfavata a mille incontri loro che ti sono venute a prendere e ti offrono il caffè.

E la Luci ride e dice ” oh io chiederei i danni per la scopata non fatta! ma subito eh…”

Perchè loro..la Luci e la Patri…sono la tua unica boccata d’ossigeno in una giornata pesantissima

 

” bimbe..meno male ci siete”

” Tu chiedi i danni eh”

di febbraio..ancora

di febbraio..ancora

Lavoro.

Moltissimo.

Alla mia nuova follia teatrale per bambini.

Giro video, ascolto musica, taglio, incollo, invento.

Dormo poco digerisco male e ho spesso mal di testa.

Ma i bambini sono entusiasti e questo mi rende serena.

Il Lemure intanto spiega matematica ad alcuni compagni…forte di un 8 e mezzo arrivato quando ormai non sapevamo più come si scrivesse…ed ha un metodo davvero tutto suo…

lo ascolto dire cose tipo..ah no questo non lo so fare nemmeno io ma tu impostalo così e fai capire che hai capito..

fai capire che hai capito mi ricorda benigni e troisi…

c’è del comico in effetti nel Lemure tornato al suo ruolo di matematico. Speriamo che duri.

grazie dei NON fior

grazie dei NON fior

Voglio rassicurarvi sullo stato di salute del mio matrimonio.

Visto che oggi è San Valentino ed è stato tutto un tripudio di messaggini ,fiorellini, cioccolatini…NON a me ma alle colleghe ( tra parentesi gli auguri me li ha fatti una donna) io ho ribadito ciò che dico sempre..

se mi arrivassero messaggi sdolcinati o mazzi di rose penserei di avere le corna.

Perchè di sicuro Palluto avrebbe qualcosa da farsi perdonare.

Appurato che non sono arrivati nè fiori nè cioccolatini tiro un sospiro di sollievo. Stiamo ancora bene insieme.

 

possiamo archiviare anche questa faticosa giornata.

 

voglio andar via

voglio andar via

E quando quel gran baccellone impomatato con la scopa nel sedere al secolo Baglioni Claudio prende la chitarra e attacca ” la mia sigaretta brilla rossa…insieme a luci di periferia..” non ce n’è per nessuno…

le ex ragazze degli anni settanta ( fine sessanta pure) corrono da ogni dove…

persino io…che stavo quasi per morire tisica come la Traviata..

non c’è voli, svolazzi, x factori, carlicracco,maxallegri,carliconti…

è subito festadellemedie..è subito motorino truccato del primo amore…è subito VOGLIO ANDAR VIAAAAAAA…cantato come se non ci fosse un domani.

E se il domani sarà di Spelacchio e GGiggino..noi milf di quegli anni lì almeno abbiamo vissuto con la nostra maglietta fina tanto stretta al punto che …

per tutto il resto ci sono Favino e l’uomo Conad.

donne di marte

donne di marte

Voglio sfatare, con la mia personale eccezione alla regola, la credenza secondo la quale noi donne ammalate stacchiamo le tende e cuciniamo il cinghiale mentre gli uomini con 37 e 2 chiamano Gino Strada.

Bene.

Io se ho la febbre non stacco tende e non cucino nemmeno una patata lessa.

Sto a letto. Mi prende ogni tipo di mania. Devo cambiare l’aria ogni ora. Al massimo disinfetto. Vedo La falce nera in corridoio ad ogni colpo di tosse…ingurgito la qualunque purchè sia nato in erboristeria ( quindi se mi cambiano l’etichetta allo xanax io butto giù), divento piattola noiosa e trascino i piedi.

Per dire.

Vivo con un uomo che con 39 di febbre devi dirgli…sarà il caso di prendere una tachipirina..mentre sta andando al lavoro.

Appena mi riprendo un attimo passo il folletto su ogni cosa vivente e non vivente nel raggio di kilometri. Faccio entrare Elsa di Frozen spalancando pure la veranda. E mi lavo i capelli ( infatti sto per lavarmeli)

Io sono una donna di Marte.

Ne ho la certezza.

E sono seguita da un piccolo robottino sonda che passa i mie dati sulla Terra.

C’è acqua c’è acqua…di quella ce n’è in abbondanza.

influenza ed altri disastri

influenza ed altri disastri

Che io le cose se le faccio le faccio bene è ormai caratteristica di famiglia…

quindi…se influenza deve essere, dopo anni, che sia esplosiva…

con tosse che sembra mi abbia rotto le costole sissignori e proprio nella settimana nella quale sarà assente anche Carlina e avevo ben due incontri con la Director Sandalo.

Ma tant’è…allo sterno non si comanda ( colpita al cuore stavolta. Davvero. Mi sento colpita nel centro della vita).

E allora giro di valzer con i personaggi assurdi…

il mio medico…bello ma anzianotto che non vuole andare in pensione..abbronzato e sprint che NON VIENE A casa se non hai febbre ( e io…non ce l’ho da lunedi ma ho tutto il resto) e si arrabbia pure perchè deve farmi Due certificati

” dovevi chiedermi subito la settimana”

” MA IO FACCIO LA MAESTRA NON LE DIAGNOSI”

E uno.

Il segretario Stenterello che a dettargli i numeri di protocollo del certificato alle 8 di mattina prima che abbia preso il caffè sembra  di essere in un film di Nuti…io che sputo la trachea , lui che tartaglia qualcosa tipo ” no..non..abb..abbiamo…non abbiamo pppppp…supp..supplenti”

” ( e che cazz me ne frega a me io sono malata una volta su un milione) Cerca bene che le trovi”

trovata.

Una cinquantenne che fa la commessa alla coop e si è scoperta la vocazione della maestra.

magari è pure brava.

Poi ti passano la segretaria Floscia

Floscia è preoccupata che tu non sarai in commissione iscrizioni

“Floscia sono malata”

” Eh ma c’è pure la Director”

” SALUTAMELA”

In tutto ciò…vivi di echinacea timo oli balsamici aspirine calzettoni inguardabili e ti senti sulla base alpha dove le tue costole stanno partorendo Alien…

e ti transita davanti la Vanoni che sembra un meganoide riuscito male e Ridrge di Beautiful…ah no..è ClaudioBaglioni…tu guarda…quello che ti piaceva tanto quando avevi 14 anni…

il mondo fa schifo diciamolo pure

ufficialmente…

ufficialmente…

..malata.

Come dice mio fratello. Si è ufficialmente malati quando arriva la febbre.

Bene è arrivata.

Insieme al mal di testa al ciclo alla tosse ai dolori muscolari…

non mi prendevo qualche giorno per malattia dai tempi della Bruni quando mi ruppi il dito…no dico…ormai sei anni fa.

Ero passata indenne in mezzo a cimurri pestilenze mocci verdi epidemie…ma adesso no. Dopo l’horribilis mese di Mutter Lemure Carlina la mens sana ha detto ehi…non hai più il corpore sano. Stop.

Mi rintano sotto il piumone con la mia scorta di propoli olio31 timo calendula zenzero limone e spero di sognare il mare…